mercoledì 10 febbraio 2010

Zuppa di pollo allo zenzero con vermicelli di riso

Vi ricordate il taro?

che cos'è?????

Si perchè di taro si tratta ecco il suo interno

taro

Curiosi di sapere quale sia il suo sapore? In un primo momento ricorda molto la patata, poi lascia in bocca un leggero aroma dolce, io per ora l'ho assaggiato solo lesso, ma ho letto che può essere fritto o utilizzato nei dolci...

Per il suo primo utilizzo ho pensato di fare questa zuppa, ma non vi preoccupate, non è l'ingrediente fondamentale che ne determina il sapore, la potete fare tranquillamente anche senza di lui...
Per quanto riguarda la zuppa se evitate di aggiungere lo scalogno croccante (che è fritto ) potete mangiarvi un buon piatto unico veramente leggero perchè senza nessun tipo di condimento grasso.

zuppa di pollo allo zenzero e vermicelli di riso

200 gr di petto di pollo
3 nira (cipollotti asiatici) o uno o due cipollotti
un pezzettino di porro (circa 5 cm)
3 chicchi di pepe nero
1 cm di radice di zenzero fresco
un pizzico di pepe bianco in polvere
1 bulbo di taro
1 carota
50 gr di vermicelli di riso
coriandolo
3 scalogni (facoltativi)
Olio per friggere (facoltativo)
sale

Preparate il taro: bisogna mangiarlo SOLO cotto, perchè da crudo è tossico. Girando in rete e fra i consigli che mi sono arrivati qui ho scoperto che una volta tagliato può essere urticante se si hanno dei tagliatti nelle mani e se ci strofiniamo gli occhi, per evitare "bruciori", per pulirlo, ho usato dei guanti.
Una volta sbucciato tagliatelo a pezzetti, mettetelo in un pentolino con dell'acqua bollente e fatelo cuocere per circa 10 minuti. Scolatelo.

Mettete in una pentola i nira, tagliati a pezzettini di circa mezzo cm, lo zenzero, il porro, la carota, il pepe e il petto di pollo, coprite con acqua (ne utilizzata circa 1,3 l) e fate bollire. Aggiustate di sale e unite il pepe bianco. Una volta che il brodo è pronto prendete il pollo cotto, tagliatelo a pezzettini e mettetelo da parte. Eliminate dal brodo la carota e lo zenzero, lasciate il cipollotto. Cuocete nel brodo, dove avrete aggiunto il taro, i vermicelli di riso secondo i tempi indicati sulla confezione, per i miei 4 minuti. (Un consiglio: spezzateli prima di cuocerli, altrimenti ve li ritrovate, come è successo a me, lunghissimi ed è difficile mangiarli col cucchiaio!)
Se volete, prima di cuocere i vermicelli, preparate lo scalogno croccante: tagliatelo a fettine e fatelo friggere per qualche minuto in olio caldissimo, deve scurirsi, ma non bruciare .
Dividete in due ciotole il brodo, i vermicelli e il taro, aggiungete il pollo, cospargete con del coriandolo fresco e con lo scalogno croccante.

zuppa di pollo allo zenzero e vermicelli di riso

20 commenti:

  1. Che bella questa zuppa!! mi piaccino i piatti simil orientali con spezie insolite...mi sa che con il tuo blog andro a nozze ;-)

    RispondiElimina
  2. Vivrei di questi piattini...delizioso!

    RispondiElimina
  3. Elenuccia, Arabafelice anche io vivrei di questi piattini simil orientali... peccato che il marito non sia dello stesso parere... mi sto sbizzarrendo in questi giorni che c'è mamma a casa mia!

    RispondiElimina
  4. ha un ottimo aspetto, chissà se ci sta bene anche con il pesce?

    RispondiElimina
  5. Interessante questo "tubero" (?) e buona la zuppa.Grazie del tuo passaggio nella mia cucina virtuale. Lisa

    RispondiElimina
  6. Lo scalogno croccante fa la sua bella figura, anche visivamente parlando, quindi non lo tralasceremmo, piuttosto vediamo molto difficile riuscire a trovare il bulbo di taro. Il resto è alla nostra portata e ci segnamo tutto, perchè la verità è che questa zuppa ci risolleva decisamente l'umore, deve essere una squisitezza!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Questa zuppa mi piace moltissimo. Tanto sapore per un piatto così leggero (scalogni apparte), è fantastico. Rifarò quanto prima!

    RispondiElimina
  8. sei uno spettacolo!!!davvero bellissimo venire nel tuo blog......un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ottima questa pietanza dal sapore orientaleggiante...complimenti vivissimi...bellissimo il tuo blog...a presto Luciana

    RispondiElimina
  10. Anch'io non riesco a entusiasmarmi per questo tipo di cucina. Certo pero' che se non provo mai....
    :-) :-)

    RispondiElimina
  11. Che bella questa zuppa!!!Il tuo blog è veramente strepitoso, le tue foto fantastiche...sono veramente lusingata che tu sia venuta a trovarmi nel mio cantuccio...grazie di cuore e un bacio dal gattoghiotto

    RispondiElimina
  12. ma che bellaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!! è super leggera ! e gustosissima! però quel coso là in alto mi ispira un sacco!
    bellissime foto ! :)

    RispondiElimina
  13. fantastica e leggera! Com'è andata poi coi biscotti?

    RispondiElimina
  14. mamma quanto darei per assaggiare il Taro..davvero bella questa ricettina ingeniosa e piena d'inventiva.. bacetto dolce mia cara Silvia

    RispondiElimina
  15. Sembra ottima questa zuppa, complimenti.

    RispondiElimina
  16. Una zuppetta davvero particolare! che sapori nuovi!!!
    complimenti per l'originalità!
    un bacione

    RispondiElimina
  17. Allor a era proprio taro insomma! bene bene!
    ...ottimo utilizzo!!! mi piacciono le zuppette oriental style!
    ciao carissima!

    RispondiElimina
  18. Felix: si secondo me con dei gamberetti vien bene!

    Dolceamara: si credo che sia un tubero!

    Luca e Sabrina: lo scalogno croccante fa la sua figura sì, se ci arriva sulla zuppa! Appena scolato e fatto riposare sulla carta assorbente me ne sono mangiata la metà! Il taro non è necessario!

    Alessandra: davvero leggero e saporito!

    Luciana grazie!

    Corrado: mi sono “sdata” in questi gironi con queste ricette perchè c’è mia mamma e ce le mangiamo noi… a Maurizio e ai bimbi faccio altro… ma sai la cosa bella qual è che nonostante Maurizio non ami particolarrnente questi sapori mi accompagna in questi negozi etnici e se mi vede titubante sull’acquisto di qualche ingrediente mi spinge a prenderlo!

    Ambra grazie sei molto gentile!

    Fiordivanilla con quel “coso” ho da sperimentare un’altra cosa… speriamo bene… grazie per il complimento alla foto, fatto da te vale triplo!

    Iana: grazie ti ho risposto da te!

    La Cuoca Pasticciona: vedo che questo taro ha incuriosito un sacco di persone! Bacetto a te tesoro!

    Chabb; grazie!

    Manuela e Silvia: si sapori nuovi e molto gustosi!

    Terry: si si era proprio taro! Grazie per le info!

    RispondiElimina
  19. Ammazza che bella zuppetta orientale!! :-)) smack!!

    RispondiElimina
  20. quanto mi piacciono i piatti orientali da 1 a100??? 110!!!! che bella questa tua zuppa....da provare!!!! ciao

    RispondiElimina

fettunte